Il top scorer del Lugano ha tolto le castagne dal fuoco ai bianconeri
Il top scorer del Lugano ha tolto le castagne dal fuoco ai bianconeri (Ti-Press)
Lugano
4 dr
Ginevra-Servette
3 dr
  • 6' Sannitz
  • 23' Jörg
  • 52' Chiesa
  • 14' Berthon
  • 15' Riat
  • 27' Winnik
Tabellino Risultati e classifiche

Il Lugano batte il Ginevra ma non convince

I bianconeri, poco lucidi per tutto l'incontro, hanno vinto 4-3 ai rigori

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Vittoria doveva essere e vittoria è stata, anche se solo dopo i rigori. Il Lugano ha sconfitto il Ginevra al termine di un match giocato malamente da entrambe le formazioni, che Chiesa e compagni sono riusciti a far proprio grazie alle emozioni messe in pista, a fronte di un gioco sconclusionato e senza lucidità. La linea playoff ora è a soli 2 punti, ma servirà un altro tipo di prestazione per entrare nelle migliori 8 del campionato.

La partita dei bianconeri è stata una dimostrazione completa del momento e della stagione che sta vivendo la truppa di Ireland, che mostra ancora lacune enormi in fase di gioco, alternando momenti di pressione a svarioni e blackout in abbondanza. La riprova della fragilità mentale dei ticinesi è tutta nel primo periodo, cominciato a mille con la rete di Sannitz, per poi vedere i bianconeri subire in un attimo l'uno-due firmato Berthon-Riat.

Il botta e risposta tra Jörg e Winnik non ha cambiato la contesa, vissuta su estemporanei acuti personali e su tanta, tantissima confusione su ambo i fronti. Nel periodo conclusivo poi, quando ormai sembrava alle porte una dolorosa sconfitta, il Lugano si è aggrappato al suo top scorer Hofmann, che prima è stato all'origine del 3-3 di Chiesa e poi, a 30" dal termine, ha salvato sulla riga un disco che stava per beffare Merzlikins. Alla fine, dopo una serie di rigori spettacolari, la firma di Fazzini (4 segnati per lui) e la vittoria per i padroni di casa.

 
 
 
 

 

 
 
Condividi