Hockey

Il Lugano infrange la maledizione Kloten

Nel quarto duello stagionale i bianconeri riescono finalmente a prevalere, decisivo Klok

  • 4 febbraio 2023, 23:00
  • 14 settembre 2023, 23:37
Lukas Klok

Seconda doppietta in due giorni

  • Ti-Press

5 - 3

0-0

2-1

3-2

Lugano

Kloten

  • 27'

    Klok

  • 35'

    Fazzini

  • 42'

    Morini

  • 53'

    Klok

  • 60'

    Carr(EN)

  • 25'

    Ruotsalainen(PP)

  • 47'

    Nodari

  • 60'

    Schreiber

di Nicola Rezzonico

Ci sono voluti tre tentativi infelici, ma, al quarto, il Lugano è finalmente riuscito a prendere le misure della neopromossa Kloten. E lo ha fatto in un momento clou, prima della settimana di pausa che lancerà la volata finale. Di più: il 5-3 casalingo, oltre a certificare l'innegabile crescita delle ultime uscite (disfatta con il Friborgo a parte, ovviamente), vale il sorpasso agli stessi Aviatori, decimi, e l'aggancio allo Zugo, ottavo. Principale protagonista del weekend? Uno scorer a sorpresa, Klok, decisivo a suon di doppiette.

In pista a line-up invariato, i ragazzi di Gianinazzi sono ripartiti da dove erano rimasti, ovvero da quella ritrovata solidità difensiva alla base del successo sui duplici campioni in carica. Ciò - in un primo tempo che non verrà tramandato ai posteri per spettacolarità - ha permesso a Schlegel di dormire sonni complessivamente tranquilli, anche nei 2' d'inferiorità numerica antecedenti la sirena. Non che l'ex Zurkirchen, sull'altro fronte, abbia dovuto superarsi; eppure Arcobello e compagni hanno subito raccolto i consensi del pubblico amico, meritandosi una buona dose di applausi.

Applausi che si sono trasformati in grida di esultanza quando, a inizio secondo periodo, il coach's challenge bianconero ha prontamente cancellato il gol di Ruotsalainen, soltanto illusosi di aver rotto lo stallo. E se lo stesso finlandese ci ha messo pochissimo a ripetersi, stavolta per davvero, la reazione luganese è stata fulminea. Trascorsi 70", un'elegante serpentina di Klok si è infatti conclusa con il punto dell'1-1, anticipando minuti di autentico dominio. Assolutamente legittimo, quindi, il vantaggio firmato Fazzini, con quel polsino che tutti, negli anni, hanno imparato a conoscere. Da lì in poi gli ospiti non sono più stati in grado di riemergere: solo Nodari, dopo il 3-1 di Morini (al 41'12"), ha provato a riaccendere la fiammella della speranza, definitivamente spenta dallo scatenato 31 ceco e, nel finale, da Carr. La squadra di Tomlinson, al sesto ko consecutivo, si conferma dunque in seria difficoltà. Ma il Lugano, di certo, non se ne dispiace.

NL, l'intervista a Luca Gianinazzi (Sportsera 04.02.2023)

RSI Hockey 04.02.2023, 22:35

NL, l'intervista a Giovanni Morini (04.02.2023)

RSI Hockey 04.02.2023, 22:49

Il servizio con Giovanni Morini (Rete Uno Sport 05.02.2023, 10h00)

RSI Hockey 05.02.2023, 10:47

Legato a Sport e Musica del 04.02.2023

Correlati

Ti potrebbe interessare