Gioia leventinese
Gioia leventinese (Ti-Press)
Ambrì Piotta
4
Rapperswil
2
  • 19' Trisconi
  • 31' Grassi
  • 35' Pestoni
  • 60' Chlapik
  • 9' Noreau
  • 20' Djuse
Tabellino Risultati e classifiche

L'Ambrì ritrova il sorriso battendo i Lakers

Biancoblù vittoriosi per 4-2 alla Gottardo Arena contro il Rapperswil

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Di Daniela Bleeke

L'Ambrì era chiamato a reagire dopo tre sconfitte consecutive e lo ha fatto battendo 4-2 il Rapperswil, quarta forza del campionato. Due volte costretti a rincorrere, i biancoblù hanno avuto il merito di crederci e di trovare la via del gol quando gli ospiti cercavano di allungare nel punteggio, crescendo con costanza durante l'arco della partita. Confermato Juvonen tra i pali, Cereda ha voluto dare la scossa rimescolando ancora le linee, con Kenubuehler e Trisconi spostati al centro. Blocchi d'attacco che il coach leventinese è però stato costretto a modificare diverse volte in corsa dopo le defezioni di Kostner, infortunatosi al 6' impattando con la balaustra, Zwerger, incappato in una penalità di partita dopo esser venuto alle mani con Vouardoux, e Kneubuehler, non rientrato dagli spogliatoi dopo la metà del periodo centrale.

Il primo terzo si è chiuso con i sangallesi in vantaggio meritatamente per 2-1. L'ex di turno Noreau ha trafitto Juvonen con un potente tiro all'8'34". L'estremo difensore biancoblù ha poi più volte salvato il risultato prima dell'incandescente finale di periodo in cui Trisconi al 18'50" ha trovato il pareggio deviando in rete un tiro di Fohrler, Djuse ha spento la gioia dei padroni di casa dopo appena 38" con una bella conclusione nel sette e Grassi non è riuscito a superare Meyer proprio a fil di sirena, con l'azione poi sfociata nella rissa tra Zwerger e Vouardoux.

Nella prima metà del secondo tempo gli uomini di Hedlund hanno cercato con più veemenza il gol, ma al 30'25" è stato capitan Grassi a trovare la rete, rilanciando l'Ambrì che da quel momento in poi ci ha creduto di più e, in 4 contro 4 dopo una serie di penalità, ha fatto esplodere la Gottardo Arena con la cavalcata di Pestoni, abile a battere Meyer a tu per tu. Finale di partita al cardiopalma, con i leventinesi capaci di superare quasi 1' in 3 contro 5 e di trovare infine a 53" dalla sirena il 4-2 a porta vuota di Chlapik.

 
 

Legato a Sport e Musica del 03.12.2022

Condividi