A colloquio con Jecker
A colloquio con Jecker (rsi.ch)

"La squadra ha lavorato molto bene"

Serge Pelletier è fiducioso in vista della doppia sfida con il Davos

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Andrea Torreggiani

Le importanti vittorie ottenute lo scorso weekend contro Friborgo e Berna hanno permesso al Lugano di allenarsi con serenità durante questa settimana. "Sono stati dei giorni molto positivi - ha detto coach Pelletier - ed i ragazzi hanno fatto molto bene sul ghiaccio. In particolare abbiamo lavorato su alcuni aspetti del nostro gioco che ancora non sono soddisfacenti, come il backcheck. Abbiamo anche curato l'aspetto mentale, per evitare che, dopo le due vittorie consecutive, la squadra scenda in pista troppo rilassata domani sera a Davos, dove ci aspetta una sfida molto intensa fin dall'inizio".

Durante la settimana Pelletier ha potuto recuperare l'ammalato Jörg e l'infortunato Vauclair. Il primo dovrebbe ricoprire il ruolo di 13o attaccante, mentre il secondo, che solo oggi si è allenato con la maglia nera e non con quella rossa indossata da chi non può subire contrasti, si giocherà il posto di settimo difensore con Ronchetti. Per il resto, la formazione bianconera per la doppia sfida in meno di 24 ore con il Davos sarà quasi certamente quella vista all'opera nella vittoriosa trasferta di Berna, con Chorney quindi ancora destinato alla tribuna. Intanto sta proseguendo positivamente la riabilitazione di Morini, che si allena regolarmente con i compagni, anche se vestito di rosso.

Sappiamo che la strada per raggiungere i playoff è dura, ma non dobbiamo pensarci, dobbiamo vivere nel presente Serge Pelletier

Sollecitato sul possibile arrivo di un altro nuovo straniero, Pelletier non si è sbilanciato ed ha sottolineato che lui e il ds Domenichelli stanno monitorando la situazione. "Quando sono stato ingaggiato non avevo richieste in merito - ha spiegato il canadese - perché sono convinto che la soluzione sia già all'interno dello spogliatoio. Se con Hnat però in futuro valuteremo che sarà necessario intervenire, allora ci muoveremo".

I terzetti d'attacco: Klasen, McIntyre, Bertaggia; Bürgler, Lajunen, Suri; Fazzini, Sannitz, Lammer; Walker, Romanenghi, Zangger; Jörg.

Le coppie di difesa: Postma, Wellinger; Chiesa, Riva; Loeffel, Jecker; Ronchetti / Vauclair. (Chorney)

 
Condividi