In quattro giocatori sul ghiaccio
In quattro giocatori sul ghiaccio (rsi.ch)

Per l'Ambrì c'è il terzo esordio stagionale

Cereda: "A breve termine pagheremo gli sforzi della Champions League"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Federico Fiorito

Dopo la vittoria sofferta con il Dübendorf, l'Ambrì si appresta ad affrontare il terzo esordio stagionale. Archiviata la Champions League fino ad ottobre e superato il primo turno di Coppa, i biancoblù sono pronti a intraprendere i primi passi in campionato aprendo le porte della Valascia allo Zugo venerdì ed andando in trasferta a Rapperswil sabato.

Date le fatiche della vigilia (partita iniziata in ritardo e ritorno passando sul passo del San Gottardo per la chiusura della galleria), nell'ultimo allenamento si sono visti soltanto i quattro giocatori in sovrannumero nel Canton Zurigo: Daniel Manzato, Michael Ngoy, Dominic Zwerger e Matt D'Agostini. Impossibile quindi ipotizzare il lineup di domani sera. "Sono tutti a disposizione, tranne gli infortunati di lungo corso - ha spiegato Luca Cereda, raggiunto telefonicamente - Vedremo di volta in volta quale sarà la soluzione migliore anche a dipendenza dell'avversario che andremo ad affrontare e della condizione dei nostri giocatori".

Giocare con Hrachovina in porta o con i quattro stranieri di movimento sono due opzioni parimenti percorribili Luca Cereda

Ritornando sulle fatiche di Dübendorf l'allenatore ha poi aggiunto: "Penso che l'errore ieri sia stato di allontanarci un po' dai nostri valori e non sfruttare le occasioni che ci siamo procurati. Sappiamo anche che a breve termine pagheremo ancora gli sforzi della Champions League. Ma è una cosa che abbiamo messo in conto stilando il nostro programma. Lo Zugo è forte, ha perso una sola volta ques'estate ai rigori in Champions, per noi sarà una partita di grande battaglia".

 
Condividi