Rinato
Rinato (Keystone)

"Pretendo sempre il massimo da me stesso"

Brendan Perlini è stato il protagonista della vittoria dell'Ambrì a Zurigo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli ultimi dieci minuti della partita di lunedì sera a Zurigo hanno completamente riabilitato Brendan Perlini. Il 24enne canadese, autore in precedenza di alcune prestazioni quasi sconcertanti e complice con un errore grossolano del vantaggio zurighese, si è infatti fatto perdonare ergendosi a match winner con le sue prime reti in campionato. "In pratica non avevo più giocato per un anno, sapevo di aver bisogno di un po' di tempo per ritrovare il feeling e la condizione, anche se sono io il primo che pretendo sempre il massimo da me stesso e quindi volevo a tutti i costi iniziare a fare i punti", ha spiegato il numero 96.

Comincio a sentirmi meglio, mi sto abituando al gioco dell'Ambrì ma soprattutto a un campionato e a piste molto diversi. Ora devo solo continuare così Brendan Perlini

Una vittoria, quella colta all'Hallenstadion, importantissima per i punti ma ancor più per il morale: "I miei gol sono importanti perché hanno aiutato la squadra a vincere, e tornare a vincere per noi era davvero fondamentale. Dopo il weekend volevamo assolutamente riscattarci e lavorando duramente ci siamo riusciti".

 
 
Condividi