Un po' di meritato riposto
Un po' di meritato riposto (rsi.ch)

Tanto duro lavoro per rilanciarsi

Il Lugano di Kapanen è reduce da una settimana di intensi allenamenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Andrea Torreggiani

Dopo la sconfitta rimediata nel derby di sabato scorso alla Valascia, Kapanen aveva detto di essere contento che il Lugano non avesse partite in programma fino alla sfida di domani contro lo Zugo, così da potersi dedicare al lavoro in allenamento. Detto, fatto: i bianconeri, come ha confermato lo stesso coach finlandese, hanno vissuto la settimana più dura dall'inizio del campionato. "Lunedì i ragazzi sono scesi sul ghiaccio senza puck - ha spiegato Kapanen - ed hanno lavorato unicamente sul richiamo della condizione fisica. Da martedì invece abbiamo ripreso la classica routine composta da analisi video e sessioni in pista. Devo essere sincero, mi è piaciuta l'attitudine della squadra e sono impaziente di affrontare Zugo e Rapperswil".

I ragazzi hanno risposto bene ai miei stimoli, mi aspetto di tornare a vedere un buon hockey Sami Kapanen

"Il lavoro svolto negli ultimi giorni non è stato duro solo a livello fisico - ha proseguito Kapanen - ma anche mentale. I video che ho mostrato non sono stati piacevoli da vedere, non sono stati fatti sconti a nessuno nell'evidenziare gli errori commessi e nel sottolineare come non si gioca ad hockey. Sono però convinto che tutto ciò è servito per aprire gli occhi ai miei giocatori".

Per le sfide del weekend, contro Zugo alla Cornèr Arena e in trasferta a Rapperswil, Kapanen potrà tornare a contare su Walker, che dovrebbe ricoprire il ruolo di 13o attaccante. Il Lugano infatti schiererà solo sette difensori a causa della squalifica di Vauclair. Il coach dell'HCL ha inoltre provato alcuni cambiamenti nelle linee offensive, riportando Zangger al fianco di Lajunen e Klasen, mentre Suri si è allenato con Romanenghi e Bürgler e Jörg insieme a Lammer ed Haussener. Immutato invece il terzetto tutto ticinese composto da Fazzini, Sannitz e Bertaggia.

Terzetti d'attacco: Zangger, Lajunen, Klasen; Fazzini, Sannitz, Bertaggia; Bürgler, Romanenghi, Suri; Jörg, Haussener, Lammer; Walker (Vedova).

Coppie di difesa: Postma, Chorney; Chiesa, Riva; Jecker, Wellinger; Loeffel.

 
Condividi