La rocambolesca rete che ha aperto le marcature
La rocambolesca rete che ha aperto le marcature (Keystone)
Zugo
1
Lugano
2
  • 41' Morant
  • 17' J.Lajunen
  • 23' Sannitz
Tabellino Risultati e classifiche

Un solido Lugano espugna pure Zugo

Bianconeri vittoriosi con la capolista malgrado un finale in sofferenza

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Lugano è solido e sa decisamente cosa significa soffrire: a Zugo, in casa della capolista, i bianconeri hanno colto il terzo successo di fila per 2-1. Protetti da un ottimo Zurkirchen e capaci di pungere i padroni di casa nel loro momento migliore, i bianconeri sono riusciti a espugnare la Bossard Arena. Malgrado un finale in sofferenza, gli uomini di Pelletier hanno confermato quanto di buono fatto in questo avvio di 2020 cogliendo la terza vittoria di fila, nonché la settima nelle ultime nove partite.

La serata è iniziata come da copione, con la prima della classe a fare il gioco e gli ospiti a provare ad affondare quando possibile. I ticinesi hanno dato prova di cinismo chiudendo il primo periodo in vantaggio grazie al colpo al volo di Lajunen, bravo a capitalizzare un powerplay organizzato con difficoltà dai bianconeri. Il secondo tempo ha vissuto un po' lo stesso copione, con i Tori a macinare gioco e possesso e i sottocenerini in rete grazie a un'azione di Lammer, che al 23' ha permesso di liberare al tiro Sannitz.

L'ultimo terzo ha subito fatto capire che ci sarebbe stato da patire. Dopo soli 27 secondi, Morant ha infine trafitto l'estremo difensore luganese e lo Zugo si è stabilmente inserito nel terzo d'attacco fino al 60'. I Tori non sono però riusciti a completare la rimonta, anche a causa di un altro miracolo di Zuri su Simion, nel finale. La terza sirena ha così liberato la gioia di Chiesa (alla 500a presenza in bianconero) e compagni, portatisi a sei punti dalla linea.

 
 
 
 
 
Condividi