Festa grande
Festa grande (Keystone)

Anche i tedeschi sanno fare spettacolo

La rete di Frank Mauer è valsa da sola il prezzo del biglietto

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dall’inviato a PyeongChang Andrea Torreggiani

Dopo la Svizzera, argento ai Mondiali di Stoccolma, ora è la Germania a vivere la sua favola. I tedeschi si sono assicurati una medaglia olimpica battendo in semifinale il Canada, in una partita nella quale hanno fatto valere il loro powerplay e nella quale sono pure stati capaci di dare spettacolo.

Game winner: al 13’19”, ancora sullo 0-0, con il Canada in superiorità numerica Linden Vey si è fatto espellere per bastone alto e allo stesso momento i nordamericani hanno ricevuto altri due minuti di penalità per ritardo di gioco. Ritrovato il penalizzato Felix Schultz la Germania, in cinque contro tre, ha aperto le marcature ed è andata in vantaggio. Non è stata più raggiunta.

Top player: Frank Mauer, per il modo nel quale l’attaccante tedesco ha messo a segno il 3-0 nel secondo tempo, ovvero infilando il bastone in mezzo alle sue stesse gambe per trasformare in rete lo splendido assist di Marcel Goc. Un gol che ha ulteriormente gasato i tedeschi e che da solo è valso il prezzo del biglietto per chi ha deciso di passare la serata al Gangneung Hockey Centre.

Time out: costruito tra il 2014 ed il 2016 per ospitare le partite dei Giochi di PyeongChang 2018, il Gangneung Hockey Centre al termine delle Olimpiadi verrà smontato, trasportato a Wonju, nella zona di Seul, e ricostruito lì. Diventerà la casa dei Daemyung Killer Whales, formazione che milita nella Asia League e che è allenata dall’ex tecnico dell’Ambrì Kevin Constantine.

Legato alla diretta di Canada – Germania (23.02.2018)                             

Condividi