Qualcuno deve pur farlo...
Qualcuno deve pur farlo... (rsi.ch)

La dura vita degli addetti alla sicurezza

Alcuni di loro passano la notte all'aperto con temperature davvero gelide

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dall’inviato a PyeongChang Andrea Torreggiani

I volontari sono una parte fondamentale dello svolgimento delle Olimpiadi. A loro spettano una miriade di compiti, dalla gestione della sala stampa a quella del controllo dei biglietti, dal dare informazioni all’indirizzare gli spettatori ai loro posti in tribuna, dall’accompagnare gli atleti al distribuire semplicemente sorrisi. A mantenere l’ordine ci pensano invece gli addetti alla sicurezza, che qui in Corea del Sud sono tutti ragazzi e ragazze giovanissimi. E se alcuni operano al caldo, altri sono costretti a passare la notte fuori al freddo, ad esempio a dirigere il (poco) traffico con dei bastoni luminosi.

Nonostante le condizioni di lavoro climaticamente difficili, da buoni coreani anche le persone della sicurezza non smettono comunque mai di sorriderti. Puoi rientrare anche alle due di notte, con 10 gradi sotto lo zero ed il vento che soffia forte, ma il ragazzo con la giacca con scritto "security" ti accoglierà comunque salutandoti cordialmente ed augurandoti una buona serata! E se tu la auguri a lui, lui la augurerà nuovamente a te, in una sorta di "attacca prima tu, no dai attacca prima tu"…

Condividi