Aus den Birken grande protagonista
Aus den Birken grande protagonista (Keystone)

L'oro dell'hockey torna in mano russa

La Germania costringe anche gli OAR all'overtime, ma alla fine cede

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli atleti russi hanno conquistato l'oro olimpico nell'hockey 26 anni dopo l'ultimo trionfo, centrato anche in quell'occasione sotto bandiera olimpica. Nella finale di Gangneung gli OAR hanno battuto la Germania per 4-3 al termine di una sfida emozionante, decisa soltanto dal temutissimo powerplay degli uomini di Znarok che in pieno overtime al 69'40" con Kaprizov hanno firmato il game winning goal.

La Nazionale tedesca si è confermata squadra ostica da affrontare, malgrado l'evidente differenza tecnica, e nettamente più cinica degli avversari, che hanno proposto per almeno due terzi di partita le cose migliori, scontrandosi però quasi sempre con l'ottimo Aus den Birken. Il primo vantaggio russo, firmato da Voinov, è arrivato a mezzo secondo dalla fine del primo tempo dopo una serie di miracoli del portiere del Monaco.

Nel periodo centrale i ragazzi di Sturm hanno trovato il pareggio con Schutz (29'32"), che ha sfruttato la deviazione decisiva di Koshechkin, portando tutti agli ultimi 20' sull'1-1. I russi sono allora passati dalla gioia al terrore di fare una figuraccia mondiale nel giro di 3' quando Kahun (53'31") e Müller (56'44") hanno capovolto la situazione dopo il 2-1 di Gusev (53'21"). Lo stesso numero 97 ha tolto le castagne dal fuoco al 59'04" in shorthand e senza il proprio portiere a difesa della gabbia, rimandando il verdetto al supplementare.

 

 

Condividi