Sci alpino

L'orgoglio di trionfare sulle nevi di casa

Pinturault si riprende il titolo in combinata nella sua Courchevel

  • 7 febbraio 2023, 17:07
  • 24 giugno 2023, 04:21
Alexis Pinturault

Emozioni forti

  • Keystone

dall'inviato a Courchevel Luca Steens

Ci può essere qualcosa di più bello che trionfare in una grande manifestazione che non solo si disputa nella tua nazione ma addirittura nel tuo villaggio? La risposta, per altro facile, l'ha data il viso di Alexis Pinturault quando Marco Schwarz non è riuscito a migliorare il suo tempo dopo lo slalom. E anche sul podio il nativo di Courchevel ha respirato appieno queste emozioni davanti al suo pubblico, a pochi metri da casa e dopo una stagione complicata. Per il francese si tratta del terzo titolo iridato, il secondo in combinata dopo quello del 2019, strappato dalle mani dell'austriaco che l'aveva battuto due anni fa a Cortina. In totale salgono così a 7 le medaglie raccolte dal transalpino ai Mondiali, senza dimenticare le tre olimpiche.

L'emozione: detto dell'apoteosi di Pinturault davanti ai suoi compaesani, bisogna per forza toccare il tema Svizzera. Come ieri con Lara Gut-Behrami, i segnali migliori sono arrivati, nonostante l'eliminazione, da chi era in gara soprattutto per testarsi in super G, ovvero Marco Odermatt. Il nidvaldese fino a quando è rimasto in gara era sui tempi dei migliori, al contrario del suo grande avversario Aleksander Aamodt Kilde. Purtroppo giornata no invece per Loïc Meillard e Justin Murisier.

Il personaggio: Raphael Haaser. Un secondo posto in super G a Bormio nel 2021 e soli altri 5 top 10 in carriera in Coppa del Mondo, il 25enne austriaco (7o alle Olimpiadi di Pechino) ha centrato il bronzo al suo primo Mondiale, imitando a distanza di 24 ore la sorella Ricarda, pure lei a sorpresa sul podio della combinata.

La curiosità: abbiamo iniziato con Pinturault, e allora finiamo pure con lui. Proprietario dell'albergo dove risiede la Nazionale francese, il neocampione del mondo di combinata non è alloggiato nella stessa struttura. "Non volevo disturbare gli impiegati. Sono fiero di possedere questo hotel e di proseguire la tradizione di famiglia, ma per il momento non me ne occupo e volevo restare fuori da ciò. Ci sarà tempo in futuro per fare l'albergatore" ha detto ai nostri microfoni.

Mondiali, l'intervista ad Alexis Pinturault (07.02.2023)

RSI Sci alpino 07.02.2023, 15:21

Ti potrebbe interessare