Il coach si gode in particolare gli exploit dei suoi slalomisti
Il coach si gode in particolare gli exploit dei suoi slalomisti (Keystone)

"Una splendida annata che si può ripetere"

Matteo Joris non pensa che il dominio di Swiss-Ski sia casuale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Matteo Joris in questo momento è preoccupato come tutti per i problemi causati dal coronavirus, che ha pure interrotto in anticipo la stagione di CdM, ma si gode comunque un'annata eccezionale per i suoi atleti: "È stata la scelta migliore, non c'erano più le condizioni per gareggiare. Se guardiamo ai risultati siamo molto soddisfatti: noi abbiamo vinto la classifica a squadre di slalom oltre a quella generale a squadre. E lo abbiamo fatto vincendo gare importanti con Daniel Yule come Adelboden, Kitzbühel e Madonna di Campiglio".

Yule può ancora migliorare per essere forte su tutti i tipi di neve per potersi giocare anche l'anno prossimo la coppetta di specialità. Come Ramon Zenhäusern, che è uscito un paio di volte ma è allo stesso livello Matteo Joris

Come detto dopo 31 anni la Svizzera è tornata a vincere la classifica per Nazioni. Un caso? "Questo è il risultato degli sforzi passati di Swiss-Ski, di programmazione di lavoro delle squadre. Per me continuerà a dominare perché è la squadra più forte a livello maschile e femminile", ha concluso l'allenatore degli slalomisti elvetici.

 
Condividi