Debutto ai Giochi Olimpici per il giovane nuotatore ticinese
Debutto ai Giochi Olimpici per il giovane nuotatore ticinese (rsi.ch)

Noè Ponti e la staffetta mancano la finale

Passano invece il turno Antonio Djakovic nei 200m sl e Lisa Mamié nei 100m rana

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La staffetta svizzera ha mancato la qualificazione alla finale olimpica 4x100m stile libero, in programma domani. È dunque stato piuttosto amaro il debutto ai Giochi Olimpici per il giovane ticinese Noè Ponti, che ha gareggiato come terzo staffettista (con un crono di 48"62), e che, al fianco di Nils Liess, Roman Mityukov e Antonio Djakovic, ha fatto segnare un tempo totale di 3'14"65. Un crono - a 0"24 dal record nazionale e a 1"52 dall'ultima qualificata - che pone i rossocrociati al 14o e terz'ultimo posto e che quindi non consente loro di entrare nel lotto delle migliori otto.

Djakovic, in ambito individuale, ha invece staccato il biglietto per le semifinale dei 200m stile libero grazie al crono di 1'46"37, valsogli il nuovo record personale e il 14o posto totale. E ha passato il turno anche Lisa Mamié nei 100m rana, la quale ha chiuso 13a in totale con 1'06"76 a 0"16 dal suo record svizzero. E proprio nella quinta batteria, in cui la zurighese ha colto il quinto rango, è arrivato il miglior tempo in assoluto della sudafricana Tatjana Schoenmaker, che con 1'04"82 ha abbassato di un secondo il suo primato personale, firmando nel contempo il nuovo record olimpico.

 
 
 
 
Condividi