Arde la fiamma di Olimpia nel braciere
Arde la fiamma di Olimpia nel braciere (rsi.ch)

Su il sipario sui Giochi della XXXII Olimpiade

La spettacolare Cerimonia d’apertura ha dato il via alla rassegna a cinque cerchi di Tokyo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Con un anno di ritardo rispetto ai piani originari, il momento dei Giochi di Tokyo è finalmente arrivato. Nel nuovissimo (ma desolatamente semivuoto, a causa dell'emergenza pandemica) Stadio Olimpico, fuochi d'artificio, musiche e apprezzabili coreografie hanno aperto una Cerimonia inaugurale dai toni più sobri del solito, ma non per questo meno emozionante.

Dopo l'entrata in scena dell'imperatore Naruhito e del presidente del CIO Thomas Bach, è stato il turno delle 206 delegazioni partecipanti, presentatesi una per una in formazione ridotta. Davanti a tutte quella greca, come d'abitudine, mentre la bandiera rossocrociata è sfilata in 85a posizione, nelle mani di Max Heinzer e Mujinga Kambundji.

In seguito il presidente Bach ha, come da protocollo, preso la parola: dopo aver ricordato le grosse difficoltà che i giapponesi hanno dovuto superare per riuscire a organizzare l'evento, il numero uno del CIO ha pronunciato un discorso basato su valori come il rispetto e la solidarietà, invitando infine l'imperatore a dichiarare ufficialmente aperti i Giochi della 32a Olimpiade.

 
 
 
 
 
 
Condividi