(iStock)

La Giornata della musica svizzera alla RSI

Il programma di venerdì 18 settembre

La musica è tra i patrimoni culturali di un Paese, di cui rappresenta la varietà dei volti, delle lingue, delle tradizioni, dei suoni. È tradizione vissuta, ponte tra le diversità, punto d'incontro fra generazioni. È espressione di creatività, innovazione, libertà. E costituisce – dal pop al rock al folk al jazz alla classica – un perno centrale della programmazione radiofonica, di cui occupa mediamente i due terzi.

 

Il 18 settembre si celebra la Giornata della musica svizzera. Un intenso programma ci prenderà per mano offrendo, accanto ad incontri, approfondimenti e dibattiti, una serie di concerti e showcase dedicati a musicisti svizzeri, prodotti e trasmessi per sottolineare il sostegno concreto che anche la RSI vuole assicurare ad artiste ed artisti in un periodo particolare, in cui suonare dal vivo è difficile se non impossibile.

 

Per sottolineare la Giornata le 16 reti radiofoniche SSR proporranno 24 ore di sola musica svizzera e presenteranno un ritratto aggiornato dello stato di salute della musica nel nostro Paese, senza dimenticare i risvolti economici, umani e creativi della pandemia, che ancora non ci siamo lasciati alle spalle.

 

Per l’occasione verrà aperto anche il Canale RSI Musica, un nuovo sito internet organizzato per generi musicali, per tipo di contenuto (audio, video o dossier) e per singoli artisti. Vi troveranno posto tutti i contenuti trasmessi in Radio e in Televisione: concerti, interviste e documentari, cui si aggiungeranno perle nascoste dei nostri Archivi. www.rsi.ch/musica.

 

Rete Uno - che ha tra i suoi capisaldi Confederation Music – propone, tra le 15 e le 17 in C’era una volta oggi, un dibattito tra addetti ai lavori e musicisti della Svizzera italiana sulle opportunità, le ambizioni e gli ostacoli che incontrano lungo il cammino. Questa tavola rotonda sarà inframmezzata da alcune esibizioni rigorosamente live.

Anche su Rete Due la colonna sonora della giornata sarà esclusivamente targata CH. Tra le 14 e le 17 è prevista una diretta, condotta da Giuseppe Clericetti dall’Aula Magna del Conservatorio della Svizzera italiana, partner dell’evento. Si parlerà, insieme a numerosi invitati, di formazione e creazione musicale e si aprirà una finestra sulla Fonoteca Nazionale Svizzera, che ha un ruolo essenziale nella salvaguardia del patrimonio musicale e sonoro del nostro Paese. Nel corso del pomeriggio si esibiranno dal vivo, in un ideale tour de Suisse musicale, l’Ensemble di Fiati e il Coro del Conservatorio, la giovane flautista Eva Martínez Saavedra e il chitarrista Lorenzo Reggiani. L’evento è aperto al pubblico su iscrizione (www.rsi.ch/eventi).

Quanto a Rete Tre, accanto a una puntata speciale del magazine quotidiano di approfondimento Baobab, proporrà dei collegamenti in diretta con Losanna, dove si tiene la manifestazione Label Suisse.

L’intera offerta di programma prevede anche contributi della redazione online di Spam e sarà arricchita da una playlist su Spotify.