Intervista Francesco Casolo

di Natascha Fioretti

Per Jean Cocteau era “il più bel serpente del paradiso terreste”, per Gabriele D’Annunzio era “la divina marchesa”. Di certo, quella di Luisa Casati Stampa è la storia avvincente di una donna aristocratica, capricciosa, colta, bella, seduttrice, collezionista d’arte e mecenate vissuta tra Milano, Parigi, Venezia e Londra tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento. A raccontarci la sua storia è la scrittrice Marta Morazzoni da poco tornata in libreria con il suo romanzo “Il rovescio dell’abito” edito da Guanda. Una storia tutta al femminile è anche quella del nuovo romanzo di Francesco Casolo, uscito per Feltrinelli, in cui si narra la saga della famiglia biellese Menabrea e del suo famoso birrificio italiano. In chiusura, per i 100 anni dalla nascita che cadono proprio quest’anno, con Stefano Vassere ricordiamo lo scrittore, giornalista e storico Mario Agliati a cui la Biblioteca cantonale di Lugano dedica una mostra dal titolo “Ul già da la Lüzzina” Mario Agliati nella Lugano del buon tempo.