Le vite degli altri, e le nostre

di Michele R. Serra

Romanzo autobiografico: un tempo era solo un ossimoro, oggi invece è un genere letterario riconosciuto, al quale possiamo ascrivere “Che razza di libro!”, l’ultima, eccezionale opera dell’autore americano Jason Mott. Un racconto capace di bilanciare perfettamente l’esilarante e il tragico, realistico e fantastico, che ha fruttato a Mott il National Book Award, e che prende le mosse dalle sue esperienze di vita: vittima di bullismo, impiegato di call center, e naturalmente autore di bestseller.

Autobiografico è anche l’ultimo romanzo della scrittrice e regista Cristina Comencini, intitolato “Flashback”. Flashback vissuti dalla narratrice, nella quale il lettore non fatica a riconoscere l’autrice stessa: brevi perdite di coscienza, che la immergono in storie più vaste di lei, e nondimeno intime. Altre vite che sembrano in qualche modo legate alla sua, altre donne: una splendida cocotte desiderata da nobili e intellettuali, la cui esistenza viene sovvertita dalla partecipazione alla Comune parigina del 1871; un’aspirante attrice al tempo della Rivoluzione d’ottobre; una giovane operaia friulana ai tempi della Seconda guerra mondiale; una diciassettenne della Swingin' London, insieme alla quale ripercorriamo la rivoluzione sessuale dei primi anni Sessanta.

Edoardo Albinati è noto per aver scritto il romanzo autobiografico più mastodontico della storia recente della letteratura italiana, “La scuola cattolica”, già premio Strega. Il suo ultimo libro “Uscire dal mondo” è però occupato da tre racconti, forme brevi in cui gli spunti autobiografici servono a raccontare cosa accade quando ci rendiamo inaccessibili agli altri, oppure sono gli altri a confinarci su un’isola senza vie di fuga. I protagonisti sono un detenuto affetto da disturbi psichici, una ragazza afflitta da una misteriosa malattia, un artista misantropo isolato a Venezia. Tre forme diverse di solitudine, tutte estremamente contemporanee, tutte raccontate con una scrittura estremamente ironica, precisa, a tratti sperimentale, sempre efficace.