Scampia, quartiere di Napoli dove risiede un grande numero di persone in condizioni socio-economiche precarie. (iStock)

Alphaville

Religione e razionale; Rigenerazione, non gentrificazione; Dossier. Le case di Proust (2./5), di Mattia Pelli

Religione e razionale

David Hume è stato fra i filosofi più rappresentativi dell’epoca illuminista. Fra i suoi testi più noti c’è “Dialoghi sulla religione naturale”, in cui il filosofo scozzese si chiedeva se la fede possa essere razionale. Pubblicati postumi nel 1779, propongono una profonda riflessione sulla religione. Ne ha parlato il professor Gianni Paganini, Professore ordinario di Storia della Filosofia presso l’Università del Piemonte orientale e membro del Centro di ricerca dell’Accademia dei Lincei in una serata organizzata da Orizzonti filosofici al Centro Leoni a Riazzino.

Rigenerazione, non gentrificazione

Nel concetto di risanamento urbano si celano contraddizioni che è utile affrontare: accanto alla necessità di ripensare le città e la qualità della vita c’è sempre in agguato il rischio della cosiddetta “gentrification”, cioè della cacciata verso le periferie degli abitanti a basso reddito.

Alla rigenerazione urbana è dedicata la conferenza organizzata allo Spazio Lampo di Chiasso dall’Istituto I2A per il ciclo intitolato “Verso nuovi modi di vivere insieme: abitare il nostro territorio in tempi di crisi”, incontri itineranti organizzati in collaborazione con il Dipartimento del territorio del Cantone Ticino. Tra gli altri ospiti, per delle esperienze maturate nella città di Zurigo, Jennifer Duyne Barenstein, Antropologa sociale, docente all'ETH, direttrice del Centro di ricerca su architettura, società e ambiente costruito che è stata nostra ospite.

Le case di Proust (2./5)

Venerdì 18 novembre ricorre il centenario dalla morte di Marcel Proust, uno dei più grandi scrittori europei della modernità, che ha segnato tutto il Novecento con le 3700 pagine della sua “Recherche du temps perdu”, pubblicata in sette volumi tra il 1913 e il 1929.

Il dossier di questa settimana ci porta a Parigi, dove Lou Lepori si muoverà per noi nella topografia proustiana, incontrando ogni giorno uno specialista dell’autore francese davanti a una delle cinque case in cui visse. Un viaggio nella biografia, che è anche la tela di fondo del grande romanzo, della ricerca del tempo perduto e ritrovato; sovrapposizione tra la città reale e quella immaginaria. Oggi ospite di Lou Lepori in una Parigi piovosa è stata Sara Guindani della Maison des sciences de l’homme, filosofa e psicanalista.

Ora in onda Grand Bazaar (r) In onda dalle 16:35
Brani Brani in onda Il valzer del moscerino - Cristina Zavalloni Ore 14:23