Andrea Fumagalli, Grateful Dead economy. La psichedelia finanziaria (estratto copertina)
Andrea Fumagalli, Grateful Dead economy. La psichedelia finanziaria (estratto copertina) (agenziax.it)

"Grateful Dead economy. La psichedelia finanziaria"

 

 

02.01.17 - 12:15

“Il 1967 è stato un anno straordinario per la controcultura e il movimento degli hippies: proprio 50 anni fa negli Stati Uniti ci fu l’esplosione di fenomeni che dall’ambito musicale toccarono tutti i settori della società, dalla cultura alla morale sessuale. Il 1967 fu l’anno dei Doors, del festival pop di Monterey e del primo disco dei Grateful Dead.

Oggi, 50 anni dopo, un libro di un economista radicale, Andrea Fumagalli, ritorna alle fonti del pensiero libertario di quegli anni, nutrito di musica e utopia, per proporre la sua visione di un futuro liberato dal dominio del mercato.

Un comun(e)ismo – questo il termine utilizzato da Fumagalli – che porti le nostre società fuori dalla spirale del profitto attraverso un “esodo costituente”.

Il libro che racchiude queste riflessioni si intitola “Grateful Dead economy. La psichedelia finanziaria” ed è edito da Agenzia X.”

A cura di Mattia Pelli

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Depression au-dessus du jardin - Jane Birkin Ore 0:48