Antropologia e paesaggi d'acqua

di Sonja Riva

Una puntata che ospita per riflettere sulla natura dell'acqua, sul suo essere sia elemento cosmico misterioso sia origine e veicolo di ogni forma di vita. Un tema che attraversa le diverse culture da Oriente ad Occidente fornendo diverse interpretazioni dei suoi significati simbolici, l'essere in primis sorgente di vita, mezzo di purificazione e materia di rigenerazione, e che nel corso dei secoli ha dato vita a diverse forme rituali e sacre, attraversando anche la cultura popolare quotidiana. Nella tradizione ebraica e cristiana, l'acqua simboleggia l'origine della creazione, in India l'acqua è la materia prima, mentre per i cinesi rappresenta il caos primitivo. Anche nella tradizione islamica l'acqua simobleggia diverse realtà, segno divino, materia prima,la purezza, l'essere simbolo di vita. L'acqua contiene in sè molti principi opposti, simbolo di vita certo,ma anche di morte e distruzione. La metafora dell'acqua rappresenta una delle espressioni piu' utilizzata come paragone con l'esperienza umana, molto impiegata anche in discipline quali la filosofia e l'antropologia. L'acqua rappresenta l'elemento femminile, persistente e cangiante, che scorre sempre dando cosi' mutevolezza e pienezza all'essere e anche trasformandolo incessantemente. Parlare di acqua significa anche parlare di ambiente e di paesaggi che l'acqua muta nel suo scorrere, e dell' intervento dell' 'uomo che spezza, quasi sempre, il rapporto orignario di senso e di armonia tra acqua e natura, interrompendo l'identità del paesaggio. Ne parliamo con Luisa Bonesio, docente di Estetica e Geofilosofia all'Università di Pavia e studiosa del paesaggio.

 

Ogni centesimo conta

Seguici con
Altre puntate