"La contessa" di Benedetta Craveri; Adelphi (dettaglio copertina) (adelphi.it)

La contessa di Castiglione

di Natascha Fioretti

Aristocratica, ribelle, spregiudicata, anaffettiva, seduttrice, capricciosa, intelligente ma soprattutto bella. Di una bellezza sfrontata da far girare la testa a re, principi e conti, nessuno escluso. Cultrice della sua immagine, seduttrice seriale, colei che Robert de Montesquiou consacrò per sempre come «la divine comtesse», Virginia Verasis di Castiglione frequentava Vittorio Emanuele II e Camillo Benso conte di Cavour che decisero di mettere le sue risorse al servizio del paese. Fu amante di Napoleone III, alleata dei banchieri Rotschild, protagonista dei più eleganti e modaioli salotti parigini. «Io non credo nell'amore, è una malattia che passa com'è venuta ... prendetemi oggi, non contate di avermi domani» scrive a uno dei suoi innumerevoli amanti, palesando la sua esigenza più radicata e insopprimibile: non avere padroni. Cosa tutt’altro che scontata nell’Europa dell’Ottocento. Di Virginia Verasis di Castiglione ci racconterà Benedetta Craveri, autrice della biografia uscita per Adelphi “La contessa”.

Libri presenti nel catalogo del Sistema bibliotecario ticinese (Sbt) 

Craveri, Benedetta. La contessa : Virginia Verasis di Castiglione. Adelphi, 2021

Palumbo, Valeria. La donna che osò amare se stessa : indagine sulla contessa di Castiglione. Neri Pozza, 2021

Altri testi di Benedetta Craveri in Sbt

Vari saggi sulla Contessa Virginia Verasis di Castiglione in Sbt

Brani Brani in onda Abarriba Cumbiaremos - Eddie Palmieri Ore 19:59