(iStock)

Pensare l’odio

di Letizia Bolzani

Covare l’odio, si dice: come se questa passione fosse qualcosa da custodire con cura nell’animo, facendola crescere. Un covare con effetti distruttivi. La parola odio non suscita certo reazioni amichevoli, eppure è una tensione dell’animo che sarebbe pericoloso negare. L’odio, che è peculiare dell’umano, pervade, anche a livello collettivo, la nostra società, tanto che rischiamo, nei suoi confronti, l’assuefazione o la spettacolarizzazione. Invece è più che mai importante riconoscerlo e analizzarlo, proprio per elaborarlo e per opporsi alla “banalità del male”.

Lo studioso che maggiormente si è occupato di questi temi è stato, in Italia, lo psichiatra Niels Peter Nielsen (1944-2010), con diversi saggi, tra cui "L’universo mentale nazista" (Franco Angeli), "I colori dell’odio" (Raffaello Cortina), "L’albero del male" (Franco Angeli). Ne parliamo in questa puntata con tre ospiti che hanno collaborato con lui o che hanno partecipato alla curatela dei suoi volumi: Sabina Dal Pra’ Nielsen, psicologa e psicoterapeuta; Paolo Chiari, psicoanalista; Michele Sforza, psichiatra.

Brani Brani in onda Ballad For Griff - Paul Heller Ore 23:31