(iStock)

Storia delle Olimpiadi non disputate

di Alessandro Bertellotti

Il fatto senza precedenti del rinvio di un anno di una edizione dei giochi olimpici di Tokyo 2020 ha riportato al passato, a quando i giochi di Tokyo 1940 furono prima assegnati ad Helsinki e poi annullati.

In passato il calendario olimpico è sempre stato rispettato, anche durante le due guerre mondiali, preferendo assegnare la manifestazione ad una città e aspettare comunque l’anno olimpico. Quindi ad esempio Londra fu indicata per ospitare i giochi olimpici del 1944 e poi confermata per il 1948, senza anticipare o posticipare l’evento in un anno al di fuori del quadriennio olimpico.

Geronimo storia ripercorrerà le ragioni per cui la tradizione è sempre stata rispettata e perché quest’anno è invece stato deciso uno strappo, affronterà le ragioni per cui le nazioni sconfitte durante i due conflitti mondiali dello scorso secolo non saranno invitate ai giochi olimpici e il ruolo che la Svizzera ebbe per fare si che l’Italia invece potesse essere presente a Londra 1948, infine perché il successo o il fallimento di un appuntamento olimpico derivi anche dalle questioni diplomatiche affrontate nel corso delle gare e non solo dai risultati degli atleti, come l’ultima edizione dei Giochi invernali disputati nel 2018 in Corea del Sud.

Con Nicola Sbetti, docente di storia dell’Educazione fisica e dello sport e Sport history and culture presso il dipartimento di scienze per la qualità della vita dell’università di Bologna, e membro della società italiana di storia dello sport

 

BIBLIOGRAFIA

Nicola Sbetti, "Giochi diplomatici, sport e politica estera nell’Italia del secondo dopoguerra", edizioni fondazione Benetton studi ricerche-Viella

Nicola Sbetti, "Giochi di potere, Olimpiadi e politica da Atene 1896 a Londra 2012", Le Monnier

Oliver Hilmes, "Berlino 1936, quei sedici giorni di agosto", Edizioni EDT

Ora in onda RG - Prima pagina In onda dalle 12:00
Brani Brani in onda Musique de Table (Production III): n.5 Solo, in sol minore per oboe e b.c. - Georg Philipp Telemann Ore 11:58