(iStock)

Nel cuore della Brexit

di Emanuele Valenti

Sono diversi i motivi per i quali molti britannici, soprattutto molti inglesi, vogliono lasciare l’Unione Europea.

C’è la nostalgia dell’impero britannico, soprattutto nelle zone più ricche del sud, c’è l’insofferenza di alcuni politici per le regole decise a Bruxelles, ma ci sono anche - molto forti - la rabbia e la frustrazione delle zone meno sviluppate del nord e del centro dell’Inghilterra. Se da Londra ci si sposta verso nord, evitando le grandi città e le aree urbane, si entra in un altro paese, dove molti hanno usato il referendum del 2016 per gridare alla classe politica che a loro lo status quo non piace. Da questo punto di vista l’Europa è stata una vittima di passaggio. Brexit voleva dire “vogliamo che le cose cambino”.

Tra queste zone c’è il Nottinghamshire, nelle East Midlands, un tempo terra di miniere di carbone e di una ricchissima industria tessile. I minatori di questa regione guidarono gli scioperi contro Margareth Thatcher a metà degli anni ‘80.

Ma tutto scomparve pochi anni dopo, dando inizio a un processo che avrebbe trasformato il sistema economico, lasciando indietro molte persone. L’ultima crisi economica, insieme alle misure di austerità decise dal governo, hanno poi peggiorato ulteriormente le cose.

L’insicurezza economica e sociale ha alimentato le paure nei confronti degli stranieri e la chiusura sull’immigrazione. Una dinamica che ritorna anche in altri paesi europei, sfruttata dai movimenti populisti.

Questo radio documentario vi porta nel distretto di Ashfield, mezz’ora di treno a nord di Nottingham, dove nel 2016 la Brexit vinse con il 70 % dei voti. Dà voce alle paure e alle speranze della gente, comprese quelle di chi vorrebbe rimanere nell’Unione Europea. Racconta di una quasi ex-roccaforte laburista, dove il deputato laburista e il suo elettorato sono sempre più distanti.

Ne esce un quadro complesso, con mille sfumature e con tanti punti di vista, come tutta la vicenda Brexit. Unico punto fermo, le ragioni di questo pasticcio in cui si trova il Regno Unito hanno radici lontane, e vanno cercate soprattutto in un’Inghilterra alla ricerca di una sua identità in un paese plurinazionale che rischia di implodere.

Ora in onda Notiziario In onda dalle 16:30
Brani Brani in onda Juana y Jose - Rossana Taddei Ore 8:46