Live di Reteduecinque con theXcellos

di Lorenzo De Finti

theXcellos

Milo Ferrazzini, violoncello

Antonio Martignoni, violoncello

Sandro Meszaros, violoncello

Leandro Pezzoli, violoncello

Giovanissimi, ma già pluripremiati e con una solida esperienza alle spalle, i quattro giovani violoncellisti del progetto theXcellos porteranno la propria travolgente energia e le proprie abilità tecniche sul palco dello Studio2 della RSI per l’appuntamento di novembre con il “Live di Reteduecinque”. Milo Ferrazzini, Antonio Martignoni, Sandro Meszaros e Leandro Pezzoli si sono uniti in formazione nel 2017, ancora studenti al Conservatorio della Svizzera italiana, e da allora hanno conquistato concorsi nazionali e internazionali e hanno partecipato a importanti rassegne concertistiche al di qua e al di là delle Alpi (“Abendmusiken Willisau”, “Seuzacher Konzertreihe”, “Musica nel Mendrisiotto”, “Associazione Settembre Musicale”, …). In occasione di questo nuovo appuntamento della rassegna RSI MusicaViva hanno deciso di selezionare dal loro vasto repertorio - che spazia dal Barocco alla musica contemporanea - 11 brani, in parte da loro arrangiati, che disegnano un’avvincente parabola dalle Danze ungheresi di Brahms ai canti delle tradizioni popolari europee, dalla chanson française di Edith Piaf al tango di Astor Piazzolla, dalle colonne sonore di celebri film fino al rock melodico Anni ’80 degli Europe.

theXcellos

Nato nel 2017 dall’unione di quattro studenti del Pre-College del Conservatorio della Svizzera italiana, il quartetto theXcellos ha ben presto conquistato - nel 2018 e 2019 - il primo premio al prestigioso Concorso svizzero per la Gioventù (SJMW). Attualmente in formazione presso importanti scuole musicali quali la Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera e la Zürcher Hochschule der Künste, i quattro giovani musicisti hanno primeggiato in concorsi internazionali (Anna Kull Wettbewerb Graz, Concorso Salieri) e vantano un’esperienza musicale anche come solisti e Prime Parti con diverse orchestre nazionali e internazionali, svolgendo anche tournée in Spagna, Italia e Austria (Sinfonie Orchester Biel Solothurn, l’Orchestra della Svizzera italiana , l’Orchestra del Festival di Bellagio, l’Ensemble Borromini, l’Orchestra Appassionata di Verona, la United Soloists Orchestra…). Hanno inoltre frequentato masterclass con solisti rinomati quali P. Bruns, E. Dindo, J. Goritzky, T. Grossenbacher, N. Gutman, F. Helmerson, A. Meneses, R. Rosenfeld, R. Wallfisch, T. Wick, P. Wiespelwey e W.-S. Yang. Le loro capacità tecniche li rendono infatti duttili a più stili musicali. Elementi caratteristici del gruppo sono la notevole intesa e l’energia travolgente.