FMR, rinasce la fenice

di Emanuela Burgazzoli

La rivista d’arte più bella del mondo, così l’aveva definita Jackie Kennedy: il primo numero di “FMR” aveva fatto la sua apparizione il 21 marzo 1982. A quarant’anni di distanza rinasce la mitica testata che prende il nome dalle iniziali del suo fondatore, il grafico, editore e bibliofilo parmense Franco Maria Ricci, scomparso nel settembre 2020. Il marchio è stato riacquistato recentemente dalla casa editrice che porta il suo nome, grazie anche a Laura Casalis Ricci, anima del nuovo progetto editoriale; sarà lei, moglie e sodale del celebre editore e collezionista, a raccontare la storia di questa rinascita a “Voci dipinte”.