(iStock)

I cantieri di Domenico Fontana

di Emanuela Burgazzoli

Partito dalla piccola Melide, Domenico Fontana esordisce ventenne come stuccatore nella Roma del secondo Cinquecento, fino a diventare primo architetto del papa Sisto V e in seguito architetto vicereale a Napoli, dove muore nel 1607. Il suo nome è legato soprattutto all’impresa della trasportazione dell’obelisco Vaticano e agli interventi che conferiscono un nuovo assetto al il tessuto urbano della capitale italiana. Ma Fontana è stato anche un abile e innovativo impresario-costruttore a capo di complessi cantieri architettonici e artistici. All’opera e alla figura di Domenico Fontana, che sarà decisivo anche per la carriera degli architetti ticinesi a Roma, la Pinacoteca Züst dedica ora una importante mostra. A “Voci dipinte” ospiti due curatori: lo storico dell’architettura Nicola Navone e la storica dell’arte Patrizia Tosini.  

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Wooden - Josh Berman Trio Ore 2:36