(iStock )

Dopo 50 anni un inedito di Giorgio Graziosi

di Giovanni Conti e Davide Fersini

È stato uno dei più importanti musicologi italiani del ‘900. Stiamo parlando di Giorgio Graziosi che, scomparso nel 1966, ha lasciato una cospicua eredità culturale come autore di monografie sui grandi musicisti del passato e articoli e saggi su riviste specializzate italiane ed estere. Fu uno straordinario critico per il quotidiano L’Avanti e, condirettore dell’Enciclopedia della Spettacolo edita da Ricordi, fu autore di voci per dizionari ed enciclopedie. Tra i suoi saggi più importanti ricordiamo L’interpretazione musicale che segnò un’epoca mantenendo un inalterato valore sino ad oggi, un oggi che lo vede tornare alla ribalta grazie al ritrovamento di un suo inedito manoscritto che è stato rivisto, aggiornato, integrato e pubblicato per i tipi dell’editore romano Bordeaux con la postfazione di Moni Ovadia e la prefazione di Luca Aversano (docente di Musicologia e Storia della Musica presso l'Università RomaTre) che sarà ospite ai microfoni di Giovanni Conti e Davide Fersini insieme a Stefano Graziosi figlio del celebre musicologo.

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Late Summer - Ketil Bjørnstad Ore 1:50