(iStock)

L’elettronica è femminile

di Barbara Tartari e Giovanni Conti

“L’elettronica ci consente di fare musica ascoltabile dagli altri senza dover essere legittimata dal Sistema dominato dai maschi”

Sono le parole di Laurie Spiegel, compositrice statunitense, una delle pioniere del suono elettronico degli anni ’70. È lei la voce narrante del film “Sister with Transistors” di Lisa Rovner, che traccia una nuova storia della musica elettronica alla luce delle sperimentazioni audaci di donne visionarie che, abbracciando la tecnologia e l’uso delle macchine, hanno ridefinito i confini sonori del Novecento. Molte sono le storie da raccontare a partire dalla fine degli anni Venti fino ad oggi.

Musica della contemporaneità che si spinge verso la fusione di generi e strumenti di espressione della creatività. Ciò che fascinosamente fa Eloisa Manera con il suo violino, spirito creativo in continua ricerca nell’ambito della sperimentazione, dell’improvvisazione e della composizione.

Eloisa sarà nostra ospite insieme ad Alberto Campo, giornalista, critico musicale e progettista culturale, penna felice del Giornale della Musica nonché Docente di Storia della Musica Pop all’Università Cattolica di Milano.

Al microfono di Barbara Tartari e Giovanni Conti, racconteranno una storia, silenziosa ma ricchissima, di espressività femminile.

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda My old flame - Kenny Barron Ore 1:52