Gianni Iorio (© Domenica Iannantuono )

Gianni Iorio: il bandoneon e l’anima di Piazzolla

di Claudio Farinone

RETEDUECINQUE
Venerdì 12 marzo 2021 alle 16:35

Forse non tutti sanno che l’origine del bandoneon, strumento affine all’organetto e alla fisarmonica, non è d’origine argentina bensì tedesca. Il suo inventore fu Heinrich Band e il suo cognome, unito ad “Accordeon,” da luogo al nome di quello strumento, nato per accompagnare la liturgia e che successivamente, esportato in Argentina, è diventato poi l’icona del tango, la musica tradizionale del Rio della Plata. Il bandoneon è uno strumento complesso: la disposizione delle note è diversa per la mano destra e sinistra, in apertura e in chiusura del mantice e il suo peso notevole lo rende molto faticoso da suonare.

Nella storia di questo strumento, così come del tango argentino, esiste un prima e un dopo e questo spartiacque è rappresentato dal genio assoluto di Astor Piazzolla.

E’ difficilissimo per un bandonenonista dei tempi odierni non esserne influenzato e l’importanza del suo lavoro è una tappa importante e straordinaria della storia della musica del Novecento.

Tra i tanti musicisti che oggi ne raccolgono l’eredità c’è l’italiano Gianni Iorio, straordinario virtuoso che, al microfono di Claudio Farinone, ci racconta di questa bellissima storia d’arte e di musica, con la passione e la dedizione che gli è consona.

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda My old flame - Kenny Barron Ore 1:52