Manuele Tamò

da Cama a Cotonou

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Manuele Tamò, originario di Cama in Mesolcina, dove torna spesso per le vacanze, fa l'entomologo e da 33 anni è in Benin. Prima come ricercatore poi definitivo, specializzato nella lotta biologica. Combatte, in parole povere, gli insetti cattivi con gli insetti buoni. Ha una moglie ghanese. Tre dei suoi quattro figli hanno in parte seguito le orme del padre. Uno ha studiato biologia marina, un altro ha appena iniziato l’università a Losanna.

Manuele è “appena” stato in Svizzera dove si è preso un bel raffreddore. E quindi gli abbiamo voluto chiedere qualcosa sull'epidemia di "zika": visto che lui si occupa di insetti e di insetti antagonisti...

Ritroviamo Manuele a Cotonou, in Benin, terra dove vive e lavora da ormai 30 anni. Originario di Cama, Manuele continua nel suo lavoro di entomologo e ci ha aggiornato anche sulla situazione pandemica nel paese africano.

 
La quotidianità di Manuele racchiusa in un video

La quotidianità di Manuele racchiusa in un video

di Manuele Tamò, espatriato in Benin