AVS
Modem

In pensione a 66 anni...e forse anche oltre

Modem in diretta da Coira

  • Keystone
  • 21.2.2024
  • 30 min
Disponibile su
Scarica

In pensione a 66 anni? E forse anche oltre

È la seconda iniziativa popolare in votazione il prossimo 3 marzo. È stata lanciata dai Giovani Liberali e chiede di portare gradualmente l’età di pensionamento a 66 anni, sia per le donne sia per gli uomini, e questo entro il 2033. A partire da quell’anno si dovrà poi tener conto della speranza di vita per fissare il momento della pensione, con un crescendo che nel 2042 sposterebbe la fine di una carriera lavorativa a 67 anni. L’obiettivo degli iniziativisti è quello di garantire a lungo termine la tenuta finanziaria dell’AVS. Andare in pensione più tardi significa aumentare le entrate del primo pilastro ma anche ridurre le uscite di questa assicurazione sociale nata nel 1948. Consiglio federale e parlamento hanno entrambi bocciato questa proposta, considerata troppo rigida. Inoltre l’età di pensionamento è stata appena portata a 65 anni anche per le donne, intervenire nuovamente non sarebbe politicamente opportuno. Di questi e di altri argomenti attorno alla pensione a partire dai 66 anni discuteremo con:

Anna Giacometti, consigliera nazionale PLR/GR
Jon Pult, consigliere nazionale PS/GR
Martin Candinas, consigliere nazionale Centro/GR

Scopri la serie