Il mondo di Claudio Viscardi

Ritratto di un artista dalle origini mesolcinesi

venerdì 07/07/17 19:10
Edizione del 07.07.2017

Da questa primavera al Museo Moesano di San Vittore è esposta un'installazione di questo artista, che precedentemente era stata esposta nella cittadina bavarese di Eichstätt in Germania.

Nato a Coira nel 1955. Dopo aver studiato per anni le tecniche di restauro, lascia il suo paese d'origine all'età di vent'anni per iniziare la sua carriera di artista freelance. L'interesse nella produzione di colori propri, l'ha condotto a sviluppare tecniche particolari che esigono l'impiego di rari pigmenti naturali.

Oltre alla cittadinanza svizzera Claudio Viscardi è pure cittadino irlandese, vive e lavora sulla Penisola di Beara, nella regione del Kerry. Espone a livello internazionale e le sue opere si trovano ormai in molte collezioni private e pubbliche. Inoltre gli vengono regolarmente commissionate opere artistiche che interessano spazi pubblici, l'ultima nell'ordine è stata recentemente inaugurata dal Primo Ministro Irlandese.

Claudio Viscardi si avvicina al mondo dell'arte in qualità di restauratore. Dopo aver soggiornato a Roma, Londra ed Amsterdam, ha vissuto per un lungo periodo a Dublino, dove ha iniziato ad acquisire una reputazione internazionale quale artista indipendente. Oggi l'artista vive con la sua famiglia a sud ovest della costa irlandese, dove ha creato la sede e il centro della sua attività artistica internazionale.

Nella pittura di Claudio Viscardi, come ha scritto Fabrizio Keller nella presentazione, "grazie all'uso di di pigmenti naturali di rara intensità cromatica e alla perfetta padronanza di qualsiasi forma di disegno l'artista sa creare in una speciale armonia di forme e colori un'atmosefera incomparabile e quasi surreale, che rende unico il suo genere di pittura e che conferma la prestigiosità di questo sanvittorese e del suo casato. Nell'ottica di questa continuità artistica è allora lecito intuire nelle arcate da lui riprodotte il ponte che unisce il presente al passato a compiutezza di un'unione che non ha rottura, senza inizio né fine".

Un'estate con la RSI

Seguici con
Altre puntate