Boodaman

Subsequent, di Marco Kohler

  • Condividi
  • a A

Come in cucina, anche in studio, la musica fatta con le tue mani avrà sempre un sapore diverso, artigianale. Il musicista ginevrino d’origine corsa Stéphane Caviglioli è un maestro svizzero dei sintetizzatori modulari. “Subsequent”, l’ultimo album del suo alterego Boodaman, è un magnifico esempio di architettura musicale elettronica e analogica realizzata senza computer e informatica. 10 canzoni strumentali e fuori dal tempo che contengono l’urgenza, la bellezza, la calma e i timori di quest’epoca. Prima dell’intervista la musica di Amixs, Kejnu, One Sentence. Supervisor, Waterglow e The Night Is Still Young, ospite della puntata successiva.