Jolly & The Flytrap

Le dictionnaire de la lumière, di Marco Kohler

  • Scarica puntata
  • Condividi
  • a A

È difficile per il forestiero comprendere il rapporto che lega Jolly & The Flytrap a Engelberg e al Canton Nidwaldo. Devi essere cresciuto da tra quelle valli, quelle montagne e quei villaggi di sciatori e alpinisti per capire che ciò che nacque negli anni 80 fu rivoluzionario e servì da sparti acque tra ciò che non c’era prima e quello che è successo dopo.  

9 anni dopo “Linger on mazurka”, Jolly & The Flytrap sono tornati con “Le dictionnaire de la lumière” (2021 Norman Records), un album che porta dentro di sé i segni della vita vissuta e le cicatrici della perdita; ma è sempre una festa, una celebrazione, una trasformazione della tristezza nella bellezza.

Prima dell’intervista al frontman El Ristchi e il trombonista Emilio Parini, la musica di Meifis Ninada & Crookair Ft. Soe Blue, Dirty Sound Magnet, Dalai Puma, Silver Birch e Sury. Il finale è con /A\, ospiti della puntata successiva.