Pablo Infernal (© Adrian Asllani)

Pablo Infernal

Mount Angeles, di Marco Kohler

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Zero compromessi, tanta attitudine, grande tecnica, sense of humor e un sacco di risate. Il rock svizzero è vivo e scalciante. Lo capisci ascoltando “Mount Angeles” (2021 Taxi Gauche Records) l’ultimo album dei Pablo Infernal, quartetto zurighese appassionato di rock 70 e progressive. È una bomba di 11 tracce che ti pettinano, influenzate dal grunge, dai Beatles e dal BritPop. Pablo Infernal è uno gruppo che ti diverte perché loro si divertono da morire. Rock’n’roll potente ad alto voltaggio, con stile da vendere. Ce lo racconta il chitarrista e cantante Altin Asllani.

Prima dell’intervista la musica di Dino Brandao, Mehltau, Aloan, Pascal Gamboni, The Woodgies e Lapcat. La chiusura è con Stendec, l’ospite della puntata successiva.