Immagine d'archivio
Immagine d'archivio (foto Tipress)

Droghe, alcol e varie dipendenze attraverso una nuova consulenza online

Con Antonio Bolzani

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 

Avete delle domande sulle dipendenze e sui comportamenti a rischio? Ebbene, da alcuni mesi esiste Safe Zone che è il portale svizzero che offre una consulenza online su questioni concernenti la dipendenza. Si rivolge a chi è confrontato in prima persona con un problema di dipendenza, ma anche a chi gli sta vicino, ai suoi familiari, agli esperti del settore e a tutti gli interessati. Tutti i tipi di consulenza offerti dal sito sono gratuiti e anonimi. Chi promuove il sito Safe Zone? Safe Zone è una prestazione dell’Ufficio federale della sanità pubblica in collaborazione con i Cantoni, gli enti attivi professionalmente nel settore delle dipendenze e altri partner. Il portale è stato ideato da Infodrog con l’aiuto di consulenti attivi in otto Cantoni. Un sito, insomma, per parlare di dipendenze grazie all’apporto e al contributo di oltre 25 esperte ed esperti della Svizzera germanofona e italofona, titolari di una qualifica supplementare per l’assistenza prestata online. Le collaboratrici e i collaboratori di questa antenna virtuale possono poi consultarsi internamente e attingere alle competenze di un’équipe più vasta. Perché una consulenza online ? La maggior parte della popolazione naviga regolarmente su Internet. Secondo i dati pubblicati dall’Ufficio federale di statistica, il 55% degli utenti ricorre a servizi in linea per informarsi su temi legati alla salute, quindi anche nei casi di dipendenza, in particolare per informarsi, discutere con altre persone nella stessa situazione o chiedere consigli. Nella consulenza spieghiamo perché è nato questo portale, come funziona e a chi si rivolge, facendo ovviamente il punto sulle dipendenze in Svizzera e in Ticino - dipendenze con sostanze come ad esempio l’alcol, il fumo, le droghe e i farmaci; e senza sostanze come ad esempio il gioco d’azzardo e internet.

Ospiti:
Lucia Galgano di Infodrog/RADIX, responsabile del progetto
Dario Gennari, responsabile dei consultori di alcologia di Ingrado/Servizi per le dipendenze
Maurizia Zearo, direttrice dell’Antenna Icaro di Comunità familiare