Il o la fine settimana? Oggi cambiamo disco e disegno…

Con Antonio Bolzani

martedì 15/11/16 13:00
LP, dischi

 

Nella consulenza linguistica odierna spiccano i pronomi personali: si può usare “esso” per egli e “essi” per loro? Poi parliamo anche dell’uso delle particelle pronominale “mi, ti, ci”. Una frase come “mi apri la finestra” suona impropria. Sintatticamente il “mi” che ruolo gioca? Sarebbe meglio dire “vieni a prendermi” oppure “vienimi a prendere” ? È più corretto dire il o la fine (di) settimana? Da dove deriva poi l’espressione “andare in dentro”? Tanti, quindi, gli spunti in sommario: la varietà dell’italiano scritto e parlato, le regole, la punteggiatura e le curiosità ci permettono davvero di spaziare in vari ambiti. Con i nostri esperti vi spieghiamo, tra il serio e il faceto, come si scrive, come si dice e cosa significano quella parola, quel verbo e quell’espressione! Spazio poi al Prof. Giuseppe Patota e alla rubrica denominata “il Radiobolario”: oggi la lettera d, con “disco”, “diverso” e “disegno” .

Ospiti:
Gerry Mottis
, docente di italiano alle Scuole Medie di Roveredo Grigioni e scrittore
Prof. Giuseppe Patota, docente di Linguistica italiana presso l’Università di Siena-Arezzo, accademico corrispondente della Crusca e socio corrispondente dell’Accademia dell’Arcadia

Guarda che luna!

Seguici con
Correlati