Se squilla il cellulare a scuola

Con Isabella Visetti

giovedì 05/09/19 13:00
Se squilla il cellulare a scuola, La consulenza 05.09.2019

Gli allievi e le allieve delle scuole comunali di Poschiavo hanno iniziato l’anno scolastico con una novità: un nuovo regolamento vieta l’uso del telefonino dalle 7:30 fino alla fine delle lezioni, non solo in classe, ma in tutto l’edificio scolastico e nelle aree circostanti la scuola. Per i “contravventori” la pena è il sequestro per una durata massima di tre giorni.

Dallo scorso anno scolastico, anche per le scuole medie ticinesi è in vigore un regolamento che punta però su un uso consapevole: in classe i telefonini non devono essere visibili, devono essere silenziosi o in modalità aereo, durante le lezioni possono essere usati solo se il docente lo ritiene necessario. Per le pause e per l’uso nelle immediate vicinanze della scuola, prima o dopo le lezioni, ogni istituto scolastico può decidere autonomamente. 

Tra le due posizioni esiste una sfumatura: meglio un divieto assoluto o una regolamentazione consapevole? La scuola deve sensibilizzare sulla dipendenza da schermo? Rassicura sapere che i giovanissimi nativi digitali sembrano essere più coscienti sull’uso dello smartphone come un ultimo sondaggio suggerisce?

Daniele Parenti, direttore del Centro di risorse didattiche e digitali del DECS
Lara Pfyffer, direttrice della Scuola media di Caslano
Daniele Dell’Agnola, docente SUPSI e scrittore

Ogni venerdì in prima serata: Patti chiari

Seguici con