Amazon ha guadagnato molto nelle contrattazioni in borsa (Reuters)

Da Amazon all’e-commerce, la soluzione o il problema?

Con Nicola Colotti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 

Il cosiddetto e-commerce, la vendita online di prodotti e servizi attraverso il proprio sito internet o attraverso una piattaforma dedicata, ha conosciuto in questi ultimi anni un grande e per molti versi promettente sviluppo, incrementato dalla ricerca di soluzioni innovative per rimediare alle difficoltà che i lockdown hanno creato alle normali attività commerciali. Tra i siti di vendita online che più hanno approfittato della situazione c’è sicuramente Amazon, che è ormai sinonimo di acquisto rapido ed efficiente tanto più per una clientela costretta a rimanere in casa per le misure anti Covid. Il Colosso di Seattle, cui il Corriere del Ticino ha dedicato lo scorso 29 maggio un interessante approfondimento è oggi leader globale della vendita online ma non solo. Il suo creatore Jeff Bezos sta ampliando sempre più il suo patrimonio finanziario e lo spettro dei suoi investimenti (recentemente anche con l’acquisto per circa 8,5 miliardi di dollari della casa cinematografica Metro Goldwyn Mayer – MGM). Che si tratti di batterie, libri, film o… voli spaziali Amazon può oggi permettersi di dettare le regole del commercio digitale globale. La capacità logistica (con un impiego della manodopera che tanto fa discutere) la capacità di marketing e la capacità di web services producono fatturati che portano Amazon ad avere una forza economico-finanziaria paragonabile a quello di uno Stato sovrano. Anche da qui derivano le richieste di un intervento delle autorità antitrust americane, che però non riguardano soltanto Amazon. Guardare “dietro le quinte” del colosso di Jeff Bezos (come recita il titolo di un libro di un suo ex alto dirigente italiano) significa interrogarsi sul futuro del commercio digitale mondiale, in cui a dettare le regole – nel bene e nel male – è una sola azienda con il suo creatore: Amazon di Jeff Bezos.

Sono ospiti:
Martin Angioni
, già direttore generale di Amazon Italia, autore di “Amazon dietro le quinte” (Ed. R. Cortina 2020)
Luisa Masciello, creatrice di un marchio presente su Amazon dal 2014, esperta di e-commerce, già manager in ambito tecnologico
Carlo Terreni, General Director e membro del Consiglio di amministrazione dell’associazione NetComm Suisse

Forbes italia: Amazon punta forte sullo streaming e compra la Metro-Goldwyn-Mayer per 8,4 miliardi

Jeff Bezos, fondatore di Amazon
Jeff Bezos, fondatore di Amazon (keystone)