(SWI swissinfo.ch, )

Diritto di voto alle donne in Ticino: un 50° da rivivere

Con Elizabeth Camozzi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Canton Ticino è stato il quinto cantone, dopo Vaud, Neuchâtel, Ginevra, Basilea Città e Basilea Campagna, ad esprimersi positivamente sulla questione. Era il 19 ottobre 1969 quando il 63% degli uomini ticinesi, si decisero in favore dell’introduzione del suffragio femminile in materia cantonale. Un avvenimento storico fondamentale per il nostro Cantone e per il nostro Paese, che in occasione del 50° anniversario viene sottolineato e valorizzato dalla campagna lanciata dalla Commissione consultiva per le pari opportunità fra i sessi, in collaborazione con la Delegata per le pari opportunità e diverse Associazioni femminili ticinesi; una campagna nella quale si propone una ricca serie di eventi tra il 19 ottobre 2018 e il 19 ottobre 2019.  

Prendendo, quindi, spunto da questa iniziativa, ci soffermiamo a riflettere sulle conquiste delle donne da quell’anno ad oggi, punteggiando i momenti storici più rilevanti che hanno portato all’esito favorevole per poi guardare anche alle sfide che ancora esistono per quanto riguarda la parità tra i sessi.

Ospiti
Davina Fitas
, Presidente della Commissione consultiva per le pari opportunità fra i sessi e sindacalista Ocst
Andrea Porrini, collaboratore scientifico dell'Associazione Archivi Riuniti delle Donne Ticino
Evaristo Roncelli, membro della Federazione Associazioni Femminili Ticino (FAFTPlus)
Moreno Bernasconi, giornalista e relatore in occasione del Ciclo di conferenze CORSI e FAFTPlus: Quando il leader è donna