I ciellini, fra chiesa, politica, società e scuola: uno sguardo al passato e al presente di CL (3./3)

Dibattito a cura di Antonio Bolzani

  • Scarica puntata
  • Condividi
  • a A

Chi sono oggi i ciellini? E il movimento di Comunione e Liberazione cosa è diventato e come si è trasformato? I contenuti etici e morali sono sempre gli stessi? Come è organizzato CL nella Svizzera italiana? Quanto conta e quanto incide CL nell’ambito ecclesiastico, scolastico e politico? I ciellini sono temuti, sopportati o presi in grande considerazione quando si esprimono sui temi più controversi e dibattuti della società? Comunione e Liberazione segue sempre i “consigli evangelici”, ovvero obbedienza, povertà e castità? A queste e ad altre domande rispondono alcuni rappresentanti di un movimento che alle nostre latitudini ha profonde e solide radici. A proposito di storia di CL, lo spunto per la puntata odierna nasce dal centenario -il prossimo 15 ottobre- della nascita di don Luigi Giussani, fondatore del movimento di Comunione e Liberazione. Proprio per ricordarlo degnamente, nel prossimo fine settimana, il  17 e il 18 settembre, a Lugano vengono proposti due giorni di incontri, conferenze e musica per far conoscere e approfondire la sua storia e la sua visione di società, un messaggio che ancora oggi è seguito da tante persone che s’ispirano a colui che fu anche un illustre e autorevole presbitero, teologo e docente universitario.

Sono ospiti:
Antonietta Moretti
, storica
Albino Zgraggen, già segretario generale dell’USI e membro storico di CL
Don Luigi Pessina, responsabile diocesano di Comunione e Liberazione
Claudio Mésoniat, giornalista e membro storico di CL
Caterina Lasi, insegnante

 

Don Luigi Giussani
Don Luigi Giussani (Keystone)