Icone, idoli: perché ne abbiamo bisogno? (3./3)

Dibattito a cura di Andrea Rigazzi

  • Scarica puntata
  • Condividi
  • a A

La dipartita di Elisabetta II ha gettato nella tristezza i sudditi del Regno Unito ma anche tanti suoi estimatori sparsi in tutto il mondo: sembra proprio che la sovrana britannica abbia lasciato dietro di sé parecchi orfani. Un triste capitolo nella saga della Royal Family.
Per stile e seguito, senza voler peccare di irriverenza, se fosse stata una cantante potremmo parlare della regina come di una icona pop.
Allargando il campo, oggi nuovi personaggi stanno diventando iconici, raccolgono i favori delle masse, che dirigono a loro piacimento anche solo con le poche parole di un tweet, animando spiriti e fantasia con le loro iniziative. Pensiamo a personaggi del mondo degli affari come Elon Musk o all’universo degli influencer. Personaggi che si affermano come autentici idoli.

Tramontate ormai da un pezzo le ideologie, con la comunicazione dispersa in mille rivoli dopo l’avvento dei social, abbiamo sempre più bisogno di figure che siano anche punti di riferimento? Perché ne abbiamo bisogno? Ne abbiamo davvero bisogno? Perché sempre di più contano ricchezza e potere nel definire queste figure?

Ne discutiamo con:
Rosy Nervi
, animatrice di Rete Tre e conduttrice tivù
Annalisa Balestrieri, scrittrice ed esperta di psicopedagogia
Francesca Rigotti, filosofa e docente universitaria
Roberto Manfredi, scrittore e autore