(iStock )

Il 2021 delle vaccinazioni: a che punto siamo?

Con Antonio Bolzani

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 

Dal 19 dicembre, giorno in cui Swissmedic ha omologato il vaccino di Pfizer/BioNTech, ad oggi, si è detto ma soprattutto si è fatto molto per quanto riguarda la campagna di vaccinazioni anti pandemica che ha preso il via in Europa il 27 dicembre scorso. In Ticino l’immunizzazione contro il coronavirus è iniziata nelle case per anziani il 4 gennaio scorso, dopo che l’Ufficio federale della salute pubblica ha aggiornato la strategia del caso e pubblicato le raccomandazioni che indicano i gruppi con accesso prioritario al vaccino. Siamo insomma partiti con le vaccinazioni e oggi dopo quasi un mese dall’omologazione del vaccino di Pfizer facciamo il punto alla situazione, soffermandoci sugli aspetti scientifici e medici di un ambito che ovviamente lascia aperti ancora diversi punti interrogativi e legittimi dubbi. Proprio per questo oggi desideriamo far chiarezza, rispondendo a tutte quelle domande che in queste settimane chi si sta vaccinando e chi lo farà -o lo vorrebbe fare in futuro- si pone. In apertura di trasmissione diamo un veloce sguardo agli aspetti più organizzativi e logistici per capire come muoversi e cosa è stato pianificato in Ticino per andare incontro alle moltissime richieste di vaccinazione che stanno giungendo dalla popolazione.

Ospiti:
Prof. Dr. Alessandro Ceschi, membro della Task Force di Swissmedic sulla sicurezza del vaccino; professore universitario all’USI, a Zurigo e a Basilea; e direttore medico e scientifico dell’Istituto di Scienze Farmacologiche della Svizzera Italiana dell’EOC
Dr. Alessandro Diana, infettivologo, esperto di vaccini e professore all'Università di Ginevra
Ryan Pedevilla, Capo Sezione del militare e della protezione della popolazione
Stefano Troiani, Capo progetto della campagna di vaccinazione cantonale e coordinatore vaccinazioni nei tre centri cantonali
Manuela Varini, biologa e presidente della Società ticinese di scienze naturali