(iStock)

Il mondo della disabilità verso una nuova normalità, tra bisogno di protezione e voglia di inclusione

Con Nicola Colotti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Non soltanto le Case per anziani hanno vissuto le misure restrittive introdotte con lo scoppio della pandemia, con tutte le angoscianti e drammatiche conseguenze che conosciamo, ma anche il mondo della disabilità ha dovuto adattarsi a una situazione difficile e complessa per enti, per strutture e soprattutto per le famiglie. Passata la fase emergenziale si tratta ora di ritrovare un equilibrio tra le misure di protezione (che restano una priorità) e ritorno a una situazione di inclusione che rimane uno dei pilastri del mondo della disabilità. Lo sappiamo, la “normalità” sarà comunque diversa e vi saranno delle limitazioni nell’offerta dell’attività organizzate per le persone con disabilità. In una recente comunicazione alle famiglie interessate ATGABBES scrive: “Dopo alcuni mesi di pausa forzata a causa della situazione Covid-19, che ci ha costretto a sospendere ed annullare la maggior parte delle nostre attività quali i campi, colonie e corsi di Cultura e Formazione, siamo molto felici di potervi comunicare che con grande cautela e nel rispetto delle Direttive emanate dalle Autorità cantonali, proporremo alcune attività per il periodo estivo”.

Guardare al prossimo futuro non significa però dimenticare l’esperienza pesante di famiglie di persone con disabilità che hanno vissuto situazioni di separazione dai propri cari, ospiti di istituti chiusi alle visite, o di convivenza forzata a causa delle misure restrittive che impedivano qualsiasi attività sociale. Una voce, quella della disabilità rimasta sommessa ma sempre determinata nel rivendicare attenzione e ascolto per mantenere forte il pilastro fondamentale del mondo della disabilità: l’inclusione. In questo senso guardare al futuro significa anche analizzare il recente passato per valutare ciò che non ha funzionato così da non ricreare situazioni di disagio per le famiglie e le persone con disabilità che hanno vissuto questa difficile esperienza.

Ospiti:
Donatella Oggier Fusi
, Segretaria d’organizzazione ATGABBES
Danilo Forini, direttore Pro Infirmis per la Svizzera Italiana e Presidente Commissione LISPI
Luca Nydegger, responsabile settore tempo libero di ATGABBES
Genitori di persone con disabilità