La gentilezza è contagiosa?

Con Alessandro Bertellotti

lunedì 10/11/14 11:10
San Valentino, Mani a coppa, Gruppo medio di persone, Lavoro di squadra, Forma, Rosso, Simbolo, Concetti, Insieme, Cooperazione, Assente

 

Giovedì 13 novembre si celebra la Giornata mondiale della gentilezza. Una data non casuale: coincide infatti con l’apertura a Tokyo nel 1997 della conferenza del “World Kindness Movement”, il movimento mondiale per la gentilezza. Questa conferenza si  è chiusa con la firma della Dichiarazione della gentilezza e con l’intento di promuovere comportamenti più cortesi, garbati ed empatici per una migliore qualità di vita. Essere gentili non solo migliora l’atmosfera nella nostra cerchia di amicizie o sul luogo di lavoro, ma sembra abbia ricadute positive sulla salute e sul benessere individuale. Perché la gentilezza è sempre meno praticata? Sembra un attegiamento un po' formale e di maniera? La gentilezza è questione di carattere o di educazione? I gesti gentili sono semplici e facili ma sempre meno diffusi: per quale motivo? Forse perché la gentilezza è vista come un segno di debolezza? Si ottiene di più a essere bruschi, ad alzare la voce, a puntare i piedi?

Jamie Oliver: Menù in 15 minuti

Seguici con
Altre puntate