Libertà, Uguaglianza, Fratellanza valori rivoluzionari e illuminati ancora oggi?

Con Nicola Colotti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 

“Liberté, Égalité, Fraternité” sono ancora oggi simboli della Rivoluzione francese, di cui il 14 luglio rappresenta la simbolica data di inizio con la presa della Bastiglia. Nella laicissima Francia, che in questo giorno celebra la sua Festa nazionale, questi valori sono storicamente così radicati da essere iscritti sulle facciate delle chiese come segno della separazione tra Chiesa e Stato. Il 14 luglio rappresenta una celebrazione che non coinvolge soltanto la Francia con la sua Rivoluzione, ma anche il resto dell’Europa che dei valori di Libertà, uguaglianza e fratellanza si è fatta portatrice, anche grazie all’Illuminismo che tra 18.mo e 19.mo secolo ha ispirato buona parte delle classi intellettuali europee. Anche la Svizzera italiana ha avuto le sue eminenti figure illuminate: basterebbe citare Stefano Franscini e Carlo Cattaneo. A 232 anni dallo scoppio della Rivoluzione francese che ha mutato le sorti dell’Europa e del mondo, cosa ci rimane del motto “Liberté, Égalité, Fraternité” e soprattutto - è lecito chiedersi - i valori dell’Età dei Lumi sono ancora attuali oppure restano consegnati a una… Storia che per taluni è addirittura già “finita”?

Ne parliamo con:
Marco Marcacci
, storico e saggista
Lina Bertola, filosofa e scrittrice, già docente di filosofia
Filippo Contarini, giurista, dottore in storia e teoria del diritto