Vaccini, tamponi, incentivi e medicinali per il Covid-19

Con Nicola Colotti

  • Condividi
  • a A
 

Mentre negli Stati Uniti, il numero di morti legati alla pandemia Covid-19 ha superato la quota di 700 mila e in Israele si va verso nuove misure restrittive per spingere la popolazione a una terza dose di vaccino data la percentuale insufficiente di persone immunizzate, in Svizzera il Consiglio federale ha messo in consultazione nuove misure per spingere gli indecisi a vaccinarsi. Una vera e propria “offensiva”, come l’ha definita il consigliere federale Alain Berset, la quale prevede una settimana nazionale di vaccinazione con unità mobili supplementari, la possibilità di ottenere informazioni personalizzate e in aggiunta – misura che fa discutere - un buono di 50 franchi per chi convince qualcuno a vaccinarsi. Berset ha ricordato che con il 57% di persone residenti completamente immunizzate, la copertura vaccinale in Svizzera è tra le più basse in Europa (paragonata all’85% in Portogallo e al 75% in Danimarca). In Svizzera, intanto, si discute anche della decisione di sospendere, a partire dall’11 ottobre, la gratuità dei tamponi per ottenere un certificato Covid. Tamponi che continueranno a essere gratuiti per i giovani sotto i 16 anni e per le persone che non vaccinate per ragioni mediche. Intanto è arrivato il via libera anche per il vaccino monodose di Johnson & Johnson, in alternativa agli altri due altri vaccini finora utilizzati di Pfizer e Moderna, basati su una diversa formula. Dubbi e domande per chi ancora non si è vaccinato restano, così come la volontà del governo e delle autorità sanitaria di evitare una quarta ondata di contagi e ospedalizzazioni, con l’arrivo dell’inverno.

Ne parliamo con:
Emiliano Albanese, direttore dell’Istituto di salute pubblica dell’USI e coordinatore CoronaImmunitas Ticino
Alessandro Ceschi, Primario e Direttore medico e scientifico dell’Istituto di Scienze Farmacologiche della Svizzera Italiana dell’EOC; Esperto, unico membro esterno a Swissmedic, nella taskforce federale sulla sicurezza dei vaccini anti-COVID
Barbara Gallavotti, biologa, divulgatrice scientifica, saggista
Aureliano Stingi, dottorato in cancer biology, collabora con l’OMS contro la circolazione di Fake News