La ticinese durante i campionati svizzeri indoor
La ticinese durante i campionati svizzeri indoor (freshfocus)

"Ero preoccupata per la mia famiglia"

Ajla Del Ponte ha raccontato le sue sensazioni durante la crisi del COVID-19

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Ajla Del Ponte ha vissuto dei momenti complicati nelle ultime settimane. La sprinter ticinese era in Olanda durante la crisi del coronavirus, lontana dalla sua famiglia: "Ero felice di poter tornare in Ticino, stare lontana dalla mia famiglia mi pesava. Vedendo lo sviluppo della situazione ero davvero preoccupata per i miei cari".

Nonostante lo stop il mio corpo ha reagito meglio di quel che credevo: mi sento in forma Ajla Del Ponte

La stagione d'atletica ha subito un forte cambiamento a causa del COVID-19, con tanti meeting annullati o rinviati. La 23enne, che al momento si sta allenando nel centro di Macolin, non vede l'ora di tornare a gareggiare: "Spero che almeno ad agosto o settembre si possa tornare a correre, mi piacerebbe poter partecipare agli appuntamenti di Losanna e Bellinzona (dove il Galà dei Castelli è stato rinviato a data da destinarsi, ndr)".

Ora ho in testa l'obiettivo Giochi Olimpici, non voglio vedere il 2020 come una stagione persa Ajla Del Ponte
Condividi